I servizi ambulatoriali sono rivolti a persone in età evolutiva affetti da disturbi neurologici, psicomotori, del linguaggio, della comunicazione e dell’apprendimento, nonché ad adulti affetti da svariate patologie disabilitanti, in prevalenza neurologiche. Il servizio ambulatoriale risponde anche ai bisogni riabilitativi degli utenti in trattamento residenziale.

Il Servizio non residenziale Ambulatoriale e Domiciliare è costituito da tre settori distinti:
settore di neuropsichiatria infantile;
settore adulti (ortopedia e neurologia adulti);
ambulatorio specialistico di terapia fisica e di rieducazione funzionale (FKT) ;

Le prestazioni erogate si avvalgono in maniera interdisciplinare di apporti clinici psicologici, pedagogici e sociali.

Il settore di neuropsichiatria infantile è rivolto a bambini compresi nella fascia d’età da 0 a 12 anni affetti da disturbi neurologici, psicomotori, dell’apprendimento, del linguaggio e della comunicazione.
Uno specifico settore tratta la fascia di primissima età, fino ai due anni, al fine di intervenire precocemente su disfunzioni e deficit evidenziati in fase pre e perinatale, con particolare attenzione alla condizione di prematurità. Questi bambini sono seguiti sia nell’iter riabilitativo sia nel follow-up.

Il Settore di Ortopedia e Neurologia Adulti è rivolto a persone affette da patologie disabilitanti, in prevalenza neurologiche, anche a carattere involutivo: sclerosi multipla, distrofia muscolare, sclerosi laterale amiotrofica, alcune patologie genetiche.

Nell'ambito dell’Ambulatorio specialistico di terapia fisica e di rieducazione funzionale (FKT):
• artropatie con limitazione funzionale motoria, in fase acuta o cronica (forme di artrosi e/o artrite della spalla, dell’anca, del ginocchio);
• patologie dolorose in fase acuta o cronica della colonna vertebrale, con limitazione dell’attività quotidiana e/o lavorativa (cervicalgia, lombalgia, sciatalgia);
• paramorfismi e dimorfismi della colonna vertebrale (scoliosi, dorso curvo);
• esiti di interventi chirurgici sull’apparato locomotorio (protesi articolari, artroscopie);
• esiti di fratture, lussazioni e traumi articolari distorsivi;
• tendinopatie acute e croniche con limitazione funzionale;
• patologie invalidanti del sistema nervoso (esiti di ictus, neuropatie, esiti di intervento neurochirurgico).
 

Contatti

Tel. 06.7129011 - 06.712901202 Fax 06.712901246 e.mail:

 

 

Il Centro è uno spazio non residenziale destinato a fornire accoglienza, assistenza, integrazione sociale.
Il servizio, in un costante rapporto con i familiari, impedisce e/o arresta processi di isolamento relazionale e di emarginazione e favorisce la realizzazione di un contesto relazionale ed affettivo, accogliente, che consente l’attuazione degli interventi terapeutico/riabilitativi.

Sulla base di piani di presa in carico individualizzati che mirano ad ottenere la migliore qualità di vita per le persone accolte, il servizio offre attività ricreative, culturali, artigianali e numerose occasioni di socializzazione, ponendosi come luogo di incontro con il territorio.
Il sostegno psicologico, la riabilitazione cognitiva/neuropsicologica, le attività ludico cognitive (uso dei servizi del quartiere, uso dei mezzi pubblici), le attività occupazionali (bricolage, giardinaggio, composizione), le attività ludico espressive, gli interventi educativi legati alla gestione e alla cura della propria persona, del proprio ambiente, degli spazi condivisi, servono a migliorare nelle persone la conoscenza del sé, ad aumentare le capacità relazionali, a sviluppare le autonomie di base, personali e sociali, a favorire lo sviluppo/mantenimento delle abilità residue e potenziali. Il Centro diurno offre anche visite mediche specialistiche, prestazioni infermieristiche, sostegno psicologico alle famiglie in collegamento con i servizi territoriali e della Comunità.

A chi è rivolto

Giovani e adulti affetti da insufficienza mentale e disturbi psichici.

Orario di apertura

Il Centro Diurno è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 16.30. Il sabato dalle 9.00 alle 12.00.

Sede operativa

Via Lungro n. 1 – 00178 Roma
Tel. 06.7129011 - Fax 06.7187005

 

 

Il servizio residenziale è rivolto a persone con disabilità fisica, mentale e psichicatrica, alle quali la Comunità offre un servizio di presa in carico globale, sia sul piano fisico, funzionale, sociale ed emozionale.

Ricettività - 10 persone in riabilitazione estensiva, 10 in mantenimento elevato, 35 in mantenimento medio, tutti a tempo determinato rinnovabile.

Le principali attività del servizio residenziale riabilitativo sono: 

  • assistenza di base, sostegno psicologico, attività occupazionali, artigianali, espressive e creative, fisioterapia;
  • inserimento lavorativo;
  • presidio infermieristico ed educazione alla salute;
  • consulenze neurologiche, ortopediche, fisiatriche, pneumologiche;
  • soggiorni riabilitativi, gite e attività di socializzazione;
  • attività sportive.

La principale caratteristica del servizio è l’articolazione secondo il cosiddetto modello a stella che è costituito da un nucleo centrale (Via Lungro) e dalle diramazioni territoriali abitative direttamente connesse.
Nell’ambito delle suddette attività la Comunità è impegnata a costruire percorsi educativi e riabilitativi attraverso i quali la persona accolta può rafforzare la consapevolezza di sé, delle sue capacità, sviluppandole nel concreto della vita quotidiana.

La Comunità è impegnata a favorire:

  • il recupero e la valorizzazione delle potenzialità individuali per il conseguimento della maggiore autonomia possibile delle persone accolte
  • la creazione di un contesto relazionale ed affettivo in cui inserire l’intervento riabilitativo propriamente detto e predisporre situazioni occupazionali, riabilitative, relazionali e abitative personalizzate.
  • La realizzazione di un sistema di Laboratori riabilitativi integrati che permetta di valorizzare le capacità produttive, espressive ed artistiche,finalizzate all’ integrazione sociale.
  • La comunicazione e la relazione della persona accolta con il sistema del “Villaggio Capodarco” (Centri di formazione professionale, cooperative lavoro, Laboratori espressivi, attività Associative e di animazione,…) e il suo inserimento nelle attività della Comunità per percorrere la possibilità di un reinserimento nel territorio di provenienza.

Orario

La Comunità è aperta 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Sedi operative

ROMA - Via Lungro n. 1 e n.3 (nucleo centrale)

ROMA - Via Tropea, n. 23

Il servizio gestisce inoltre il laboratorio Riabilitativo “Il Melograno” in via Lungro, 1 ed usufruisce di due stanze per le attività di coordinamento in via Lungro 3 seconda palazzina primo piano.
Tel. 06.7129011 - Fax 06.7187005

 

 
 

 

I Laboratori Sociali sono una delle realtà socio-assistenziale tra le più innovative della Comunità Capodarco di Roma. Un progetto, gestito in convenzione con il Comune di Roma – Dipartimento Promozione dei Servizio Sociali e della Salute – U.O. Disabilità e Disagio Mentale, che rappresenta una risposta alla crescente necessità di strumenti nuovi ed efficaci nei pro

cessi di riabilitazione di persone con disabilità mentale. La finalità generale è quella di garantire la continuità del processo socio-riabilitativo-assistenziale in soggetti disabili medio gravi, evitando loro “regressioni” e favorendo processi idonei a renderli più abili e sufficientemente adattati alla realtà quotidiana.

Ogni laboratorio è strutturato in tre aree di attività:

Area occupazionale
In quest’area sono attive 3 unità occupazionali (pasta fresca, restauro e manutenzione mobili, produzione oggettistica in ceramica Raku), nelle quali vengono svolte specifiche attività lavorative nell’ambito di uno specifico ciclo di produzione.

 

Area espressiva
E’ un’area essenziale perché supporta i partecipanti nel percorso occupazionale e facilita contemporaneamente l’emersione di problematiche dei singoli in un contesto di soluzione gruppale. Vengono svolte attività ludico-educative che interessano l’espressività corporea, la manipolazione, la scoperta dei colori e la “teatralizzazione” intesa come situazione spazio-temporale in cui si esprime la creatività e lo stato d’animo del singolo.

Area genitorialità
Nella metodologia della partecipazione, dell’integrazione del ragazzo disabile con il contesto, risulta quanto mai importante poter includere un percorso parallelo con i genitori dei partecipanti al laboratorio. In quest’area si realizzano incontri individuali e di gruppo con i genitori al fine di affrontare le problematiche specifiche di ciascun ragazzo.