Metodi del Centro di Riabilitazione

 

Le prestazioni, compatibilmente con le situazioni degli utenti e del “regime” di erogazione, tengono conto delle esigenze di continuità con la vita normale evitando impatti “ospedalizzanti” e “istituzionalizzanti” per il tempo pieno ed il semiresidenziale.

  

La presa in carico degli utenti avviene mediante la stesura del progetto riabilitativo, mentre i singoli interventi sono effettuati nell’ambito di programmi terapeutici rieducativi.

 

Il progetto riabilitativo è un insieme di proposizioni elaborate dall’équipe interdisciplinare riabilitativa. Coordinato dal medico specialista responsabile, il progetto riabilitativo:

 

-           tiene conto dei protocolli terapeutici definiti per quella specifica patologia/situazione;

-           considera in maniera globale i bisogni, le preferenze del paziente, delle sue menomazioni, disabilità e abilità, oltre che dei limiti imposti dalle situazioni ambientali e dalle risorse disponibili;

-           definisce quali siano gli esiti desiderati, le aspettative e le priorità del paziente, dei suoi familiari quando è necessario, e dell’équipe curante;

-           coinvolge i familiari dell’utente nel percorso di cura;

-           coinvolge la rete nel progetto terapeutico riabilitativo;

-           viene adeguato qualora si verificano cambiamenti sostanziali nella situazione del paziente.

 

Il programma rieducativo è un insieme di proposizioni elaborate dall’équipe interdisciplinare riabilitativa coordinata dal medico specialista responsabile, che, compatibilmente col progetto riabilitativo elaborato per un determinato paziente:

 

-           definisce quali sono le aree d’intervento specifico durante il periodo di presa in carico;

-           individua ed include gli obiettivi degli interventi che verranno effettuati durante il periodo di presa in carico, e li aggiorna nel tempo;

-           definisce i tempi prevedibili per l’effettuazione degli interventi, nonché le modalità e i tempi di erogazione;

-           definisce le misure di esito appropriate per la valutazione degli interventi, l’esito atteso in base a tali misure ed il tempo di verifica del raggiungimento di un dato esito;

-           individua gli operatori coinvolti negli interventi, il relativo impegno e modalità;

-           viene aggiornato durante il periodo di presa in carico;

-           costituisce un elemento di verifica del progetto riabilitativo.


II Centro di Riabilitazione "Comunità Capodarco di Roma" adotta un modello operativo di équipe interdisciplinare finalizzato alla presa in carico globale, integrata e continuativa dell'utente con il diretto coinvolgimento della famiglia e in stretta collaborazione con i servizi sanitari, le istituzioni scolastiche, gli enti locali, i servizi socio-assistenziali ed educativi, le risorse del volontariato, il mondo del lavoro.

 

 

I Principi fondamentali

 

L’erogazione dei Servizi avviene nel rispetto dei seguenti principi fondamentali sanciti dalla Direttiva del consiglio dei ministri del 27 gennaio 1994 e del decreto del presidente del consiglio dei ministri del 19 maggio 1995:

 

1.         Eguaglianza

I servizi sono erogati senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinioni politiche. Sono adottate tutte le iniziative necessarie per adeguare le modalità di prestazione alle esigenze dei portatori di handicap;

 

2.         Imparzialità

Le prestazioni sono erogate attraverso comportamenti orientati a criteri di obiettività, giustizia e imparzialità;

 

3.         Continuità

Il servizio è erogato – attraverso l’attuazione degli specifici programmi – con regolarità e senza interruzioni, avendo come riferimento le normative e i regolamenti regionali e nazionali;

 

4.         Diritto di scelta

All’utente è garantito il diritto di scelta tra i soggetti che erogano i servizi;

 

5.         Partecipazione

 

La Comunità garantisce la partecipazione degli utenti alla prestazione attraverso:

 

-           L’accesso agli atti amministrativi;

-           Possibilità, da parte dell’utente, di presentare suggerimenti, segnalazioni, osservazioni, proposte e reclami;

-           Rilevazione periodica della valutazione degli utenti circa la qualità del servizio erogato.

 

6.         Efficienza ed efficacia

La Comunità garantisce il rispetto degli standard di qualità nell’erogazione del servizio, l’osservanza dei tempi previsti, la formazione e l’aggiornamento del personale;